2008253882785638

14 gennaio 2017

Le 3 mete Europee del 2017: Norvegia, Galles del Nord, Portogallo

Gennaio si è presentato piuttosto gelido quest'anno e inaspettatamente in Puglia è caduta la neve che mi costringe a stare in casa al calduccio sperando che arrivino presto le prime giornate di sole.

E così, con una bollente tisana al karkadé davanti, la mia mente fantastica: anno nuovo, vita nuova? Si! 

Quello che invece non cambierà è la voglia di viaggiare alla ricerca sempre di posti soliti e insoliti, scorci, chicche e nicchie, partendo naturalmente dalla mia cara Puglia, anzi da quella parte che chiamo Cuore della Puglia .

I progetti in cantiere per il 2017 sono tanti e tanti sono nella mia agenda anche i posti indimenticabili nei quali sogno di andare, posti che per ora possono sembrare impossibili ma che sicuramente un giorno si incastreranno perfettamente come tessere nel puzzle della mia vita.
Queste 3 località di cui vi parlerò di seguito, però, sono possibilissime e sono quelli che mi aspetto di realizzare a breve. 

Bene, partiamo insieme!


LE MIE METE EUROPEE DEL 2017

1_La Norvegia e i suoi fiordi
 .
La Norvegia con i suoi fiordi, la sua natura selvaggia e i suoi paesaggi spettacolari sono diventati un pensiero fisso da troppo tempo e quest'anno è arrivato il momento di andarci.

Ritorno nella penisola Scandinava con immenso piacere, dopo essere stata nella vicina Svezia. 
Ricordo che, mentre con il camper andavamo da Malmo a Stoccolma, ci siamo  ritrovati immersi nel silenzio di una natura incontaminata fatta di fitti boschi e grandi laghi che mi provocavano quella sensazione meravigliosa che porta l'ansia interna a lasciare lentamente il posto ad una pace interiore.

É difficile decidere quale luogo visitare o quale tipo di tour scegliere perché ogni posto, ogni angolo di questa splendida terra merita una considerazione particolare.

Fare una crociera sulla Hurtigruten, visitare la capitale Oslo e la porta dei fiordi Bergen o fare il Whale Watching per ammirare le balene nel freddo mare norvegese.













2_Il Galles e la Snowdonia

Dalla Norvegia, oltrepassando il Mar del Nord, si approda nel Regno Unito per arrivare nel Galles, precisamente nel Galles del Nord, regione annoverata tra le best travel del 2017 di Lonely Planet.




Terra di misteri, magie e leggende dove si intrecciano le storie di Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda.
Dove si trova il lago Llyn Llydow in cui - sempre secondo la leggenda - fu gettata Excalibur, la mitologica spada di Re Artù.
Dove si trovano i resti del Castell Dinas Bran, considerato l'ultima dimora del Santo Graal e ancora rimasto nel mistero.

Ma anche terra di panorami incantevoli, verdi vallate, parchi naturali, cascate, gole, laghi e brughiere che riconducono ai paesaggi descritti in molte storie ambientate in questa terra e che è possibile visitare con i trenini, alcuni dei quali vengono spinti anche da una locomotiva a vapore originale del 1986, a partire da metà marzo, tempo permettendo.

Sempre tempo permettendo, a partire da maggio i trenini arrivano sulla cima del monte Snowdon, la montagna più alta del Galles e dell' Inghilterra.





E se siete appassionati, come me, dello scrittore Ken Follett - nato nel Galles, of course! - sicuramente ricorderete i Williams, la famiglia di minatori gallese, nel libro "La Caduta dei Giganti".

E poi? E poi mi affiderò a chi ha già messo una bandierina su questa località, come Giovy Malfiori 😉


3_Portogallo, Lisbona e le armonie malinconiche del Fado

Un salto nella parte più a ovest dell'Europa, in Portogallo, il balcone sull' Oceano Atlantico.
Da qui esploratori, come Vasco de Gama, partirono alla ricerca di nuovi mondi, delle famose Indie.
Lisbona è la capitale del Portogallo che nasce sul Rio de Tajo, chiamato anche "fiume di paglia" per i riflessi dorati che si possono osservare sulla sua superficie ed è circondata da bellissime colline come Sintra, "un paradiso glorioso" - come la definì Lord Byron - e patrimonio dell' UNESCO. 



Per visitare Lisbona, così come tutte le capitali, un city break è troppo poco perché così non è possibile apprezzare fino in fondo tutte le sue bellezze sparse nei vari quartieri che presentano architetture multiculturali.

Nella parte più alta della città, la più antica, si trova il Castello di Sao Jorge dal cui belvedere si può godere una vista impareggiabile sull' oceano.

Da non perdere un giro divertente sullo storico tram 28 che nel suo lungo percorso tocca le maggior attrazioni di Lisbona e attraversa anche i famosi e caratteristici quartieri di Alfama e Bairro Alto.
Nel quartiere di Alfama è d' obbligo fare una passeggiata nelle stradine impreziosite dagli azulejos, tipiche piastrelle arabe dai colori sgargianti conservate anche in un particolare Museo.






Bairro Alto è il quartiere della vita notturna , un pò bohemienne. 
Una fila ininterrotta di piccolissimi locali, bar, taverne e ristoranti, attraggono una clientela piuttosto giovane e nelle Casas de Fado si possono ascoltare le liriche struggenti del Fado, la musica di Lisbona conosciuta in tutto il mondo. 

Tutto questo ed altro ancora ci aspetta a Lisbona. 
😊





Fonti
https://erasmusu.com/it
http://www.norvegia.com
https://www.hurtigruten.com/
http://www.visitoslo.com/it/
Foto dal web

2 commenti:

  1. Ho ripescato questo articolo partendo dalle tue mete per il 2018 e mi sembra che questi tre viaggi mancati siano un ottimo punto di partenza. Io ho visitato Lisbona e Porto e la capitale portoghese mi ha fatto innamorare. Consigliatissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura quei tre viaggi mancati sono in cima alla mia lista e quest'anno ho viaggiato tanto ma sempre diretta a Milano. Il mio piccolo nipotino merita di più :D

      Elimina