Scoprire luoghi abbandonati in Basilicata: la Chiesa di Sanzanello

Donna con maglia gialla e chiesa abbandonata alle spalle

I luoghi abbandonati hanno sempre un fascino particolare, vuoi per la storia che hanno da raccontare vuoi per l'alone di mistero che li circonda e da cui sono attratta. Per questo, quando ho saputo della Chiesa di Sanzanello in Basilicata non ho perso tempo e sono andata a visitarla. 

In questo breve post vi racconto tutto, come arrivare e cosa troverete.

Andiamo alla scoperta di antico luogo sconosciuto

Sono venuta a conoscenza della Chiesa di Sanzanello da una foto pubblicata sulla pagina Facebook di Basilicata Turistica che aveva catturato immediatamente la mia attenzione. Una chiesa con tanto di campanile abbandonata e isolata da tutto e tutti, o almeno così mi era sembrato dall'inquadratura della foto.

Mi ero subito ripromessa di andarci non appena me ne fosse capitata l'occasione per cui sono andata sul web alla ricerca di informazioni. Con sorpresa mi sono ritrovata a leggere di resti archeologici, di ipogei, un sito lasciato a se stesso lungo l'antica via Appia. 

Ancora più sorprendente per me sono state le notizie di ritrovamento di antiche armi risalenti, pensate un po', al periodo Plio-Pleistocene, cioè milioni di anni fa, contenuti nella cosiddetta Fossa Bradanica. 
Proprio in quell'insediamento, nel tempo, si è sviluppata la zona di Sanzanello, una frazione di Venosa in provincia di Potenza, dove si trova anche la chiesetta abbandonata. 

Come arrivare alla Chiesa di Sanzanello

Non ci sono vere e proprie indicazioni che portano sul posto. Per arrivare bisogna prendere la ex Strada Statale 168 di Venosa e addentrarsi nelle campagne venosine. Vi sembrerà di essere in luoghi isolati e di esservi persi e, poi, - vi avviso - se mettete sul navigatore il posto da raggiungere vi troverete dritti dritti nell'azienda vinicola Sanzanello, come è successo a noi. 

Che non è una idea malvagia, siamo nella zona del Vulture e magari è l'occasione per acquistare del buon vino Aglianico che io apprezzo molto. 

Da lì alla chiesa sono un paio di chilometri e, come indicato anche dal vignaiolo, dalla strada si vede spuntare il campanile sulla destra. C'è una strada che conduce al punto dove potete lasciare l'auto. 

Vecchie case
La Chiesa di Sanzanello sullo sfondo 


Un luogo abbandonato avvolto nel silenzio

Una tarda e calda mattinata di agosto, una campagna sperduta e nessuna anima viva nei dintorni sono un preludio a ciò che mi aspettavo: io e Simone siamo stati avvolti nel silenzio che abbiamo voluto rispettare. C'è una specie di cancello basso ma si può aggirare ed entrare. 

Ma dove si entra? Credo che si entri in una proprietà privata con una vecchia casa - masseria diroccata, a seguire la chiesetta e in fondo, un altro fabbricato che forse era un fienile o un ricovero di animali. 

Ci avviciniamo con cautela, camminando tra le sterpaglie, all'edificio principale e dall'aspetto, con le sue finestre e l'ingresso ampio, immaginiamo che un tempo dovesse essere stata una casa molto attiva e piena di gente. 

Ingresso chiesa
La facciata anteriore della Chiesa di Sanzanello


La Chiesa di Sanzanello, un piccolo scrigno di storia

La Chiesa di Sanzanello si presenta integra esternamente ma mancante di vetrate e portone. È tutta aperta quindi è ben visibile l'interno. Non credo fosse una chiesa ad uso esclusivo dei proprietari per la presenza del campanile che mi fa pensare che il tocco della campana probabilmente richiamava gli abitanti della zona circostante. 

La sua architettura mi è apparsa accurata con le finestre ad ogiva ed un ingresso arretrato rispetto alla facciata, insolita per una chiesa di campagna. Non sono un'esperta e non saprei riconoscerne lo stile.  
L'abside in fondo alla chiesa contiene ancora un altare e alle spalle di esso, dalla forma quadrata che ancora si vede, si deduce che forse c'era un quadro raffigurante un'effige sacra.

Interno Chiesa Sanzanello
L'interno della Chiesa di Sanzanello 


Le prime impressioni su questo luogo abbandonato

Pur essendo spoglia non è difficile immaginare quale importanza abbia avuto nei tempi passati e come potesse essere punto di riferimento della vita religiosa e sociale. Lo so che racchiude mille storie da raccontare tra amori, intrighi e tradimenti che poi saranno diventate leggende, chissà! 
Una parte che mi manca e che sarei interessata a conoscere. 

Io e Simone cerchiamo una spiegazione dell'abbandono di questa zona rurale e archeologica guardandoci intorno e sperando di trovare qualche indizio ma senza soluzione. Vediamo solo morbide colline di un paesaggio segnato da un'estate troppo calda. 

E così concludiamo la nostra visita e  andiamo via.

Detto tra noi 

Parliamoci chiaro, la Chiesa di Sanzanello non è un luogo turistico (per fortuna), non pensate di trovare accoglienza e non abbiate grandi aspettative, però emana un fascino che ammalia. Uso il verbo ammaliare perché chi ama questo tipo di posti sa a cosa mi riferisco e mi potrà capire. 

Vale la pena andarci? Si, se siete alla ricerca di luoghi che ancora non sono presi d'assalto dal turismo di massa, se vi piace la storia, se vi sentite piccoli esploratori o solamente se siete dei curiosoni. 

Comunque, la Basilicata mi sorprende ogni volta con i suoi piccoli e preziosi angoli da scoprire. 

A proposito di luoghi abbandonati in Basilicata leggi anche Craco, il paese abbandonato della Lucania


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo per far conoscere questo luogo ai tuoi amici e a me fa anche piacere.

                                                       💚💚💚💚💚
 


Sono una pugliese errante con la licenza (abusiva!) di scrivere su questo blog confidenziale e semplice come me. Consiglio viaggi e stili di vita lenti, antistress e sostenibili. Se siete curiosi cliccate qui Dico di me










Commenti