Una giornata al Parco Castello di Legnano in Lombardia

Parco Castello di legnano

Una giornata al Parco Castello di Legnano è un ottima idea se la giornata è splendida con il sole maggiolino che invita a uscire a fare un picnic. Credo sia il periodo migliore per farsi cullare dalla natura, né troppo caldo né troppo freddo, anche se per me ogni momento è buono per andare in un bosco, pure in pieno inverno! 

In questo post vi racconto tutto quello che c’è da sapere e fare al Parco Castello di Legnano. 

Dove si trova Parco Castello 

Visto che parlo di Legnano è facile intuire che i 22 ettari di parco si trovano in Lombardia, in provincia di Milano. Precisamente si trova a sud di Legnano sulla strada che porta a San Giorgio su Legnano. 

L’area è stata trasformata in bosco negli anni 70. Gli alberi che si trovano all’interno sono per la maggior parte conifere e questo fa pensare che in quegli anni non si parlava di alberi autoctoni ma soltanto di rimboschimento. Sembra di essere in un bosco di montagna pur essendo in pianura e a me piace questo contrasto. 

Dal centro di Legnano si arriva al parco a piedi in 15/20 minuti, quindi prolungate la vostra passeggiata fin lì senza troppa fatica. Se arrivate con l’auto, moto o camper all’ingresso c’è un ampio parcheggio gratuito

⇒Per gli orari di apertura e info cliccate sul link 

Nel parco per il picnic e non solo 

Nel parco non si va solo per il picnic, come abbiamo deciso di fare noi per passare qualche ora in tranquillità e per far sfrenare il piccolo Dante che all’età di 5 anni ha energia da vendere! 

Il parco si può vivere in tanti modi: passeggiare lungo i viali con lentezza, fare jogging alternando la corsa con l’allenamento fisico utilizzando gli attrezzi fissi in legno, andare in bici, giocare a palla con i bambini, pattinare o giocare a bocce. 

Ma non è finita qui. Si può semplicemente sedersi su una panchina a leggere un libro o di fronte al laghetto a guardare i tanti tipi di uccelli cercando di riconoscere le specie. Prendere un gelato o un caffè al bar, giocare a carte sui tavoli in legno sparsi nel parco oppure stare lì, senza far nulla, vagando con la mente e respirando profondamente. 

E poi fate come me, sciogliete i lacci, toglietevi scarpe e calzini e affondate i piedi nudi nell'erba fresca. È come tornare bambini. 

⇒A proposito di parchi vi può interessare questo a tema Dinosauri e Preistoria.

Piedi nell'erba
La libertà di stare a pieni nudi

Il Castello Visconteo nel parco 

Il Castello Visconteo è una delle attrattive del parco che si può visitare. Non aspettatevi un castello con mura alte e torri merlate da cui avvistare il nemico e usare l’artiglieria. 

Certo, era un castello nato per scopi militari nel periodo medioevale, dato che Legnano era un luogo strategico e di collegamento, ma le sue origini sono collegate all’antico convento di Regolari Agostiniani dedicato a San Giorgio, per questo conosciuto anche come Castello di San Giorgio. 

Il muro di cinta merlato e le bandiere che sventolano sono suggestive e mi fanno pensare proprio a un luogo di battaglia. Mica vogliamo dimenticare la famosissima Battaglia di Legnano tra l’esercito imperiale di Federico Barbarossa e le truppe della Lega Lombarda! 

Badate bene, che i tempi storici non coincidono. 

Torniamo al Parco Castello di Legnano 

Una caratteristica del parco è l’acqua, un elemento con cui ho molta affinità. Già il fiume Olona lambisce il parco, inoltre è stato creato un esteso sistema di ruscelli e laghetti che vengono alimentati grazie all’acqua di falda. 

Il laghetto rende l’ambiente bucolico, tranquillo e sereno. Ci si può avvicinare alla riva facilmente e guardare da vicino anatre, oche selvatiche, gallinelle d’acqua e ad uccelli acquatici. Sotto il pelo d’acqua si intravedono i lucci e le carpe e le lente tartarughe che cercano di accaparrarsi le briciole di pane lanciate dai visitatori. 

Alcune tartarughe, invece, si trovano fuori dall’acqua sonnecchianti ad asciugarsi al sole. Ho fatto fatica a riconoscerle perché mi sembravano sassi impolverati. 

Laghetto al Parco Castello di Legnano
Il laghetto nel Parco Castello con gli uccelli acquatici

Guarda chi si vede al Parco Castello: gli scoiattoli 

Per me è una novità vedere gli scoiattoli così da vicino. Sono stata fortunata ad incontrarli mentre passeggiavo lungo i viali, anche se dicono che è frequente vederli e si fanno avvicinare perché sono abituati alla presenza umana, soprattutto bambini.

Sono stata letteralmente ipnotizzata da uno di loro che scendeva dall’albero e ha cominciato a fare uno spettacolo come se fosse un divo, o magari una diva. 

È stata la ciliegina sulla torta di questa giornata al Parco Castello di Legnano. 

Scoiattolo nel Parco Castello di legnano
Uno scoiattolo nel Parco Castello di Legnano

Detto tra noi 

Mi meraviglio di quanti parchi, parchetti e ville si trovano i Lombardia. Forse anche in altre regioni, ma per ora bazzico quella zona per il fatto che vado a trovare i miei cuoricini

La mia preferenza per questi luoghi coincide con il desiderio di nutrirmi di bellezza della natura, di ricerca di pace interiore. Insomma, qui trovo una distensione totale. 

Fate conoscere questo posto condividendo questo articolo e se anche voi siete come me, scrivetemelo nei commenti. Vi leggo.

                                💚💚💚💚💚


Sono una pugliese errante con la licenza (abusiva!) di scrivere su questo blog confidenziale e semplice come me. Consiglio viaggi e stili di vita lenti, antistress e sostenibili. Se siete curiosi cliccate qui Dico di me

Commenti

  1. Sembra veramente un bel posto, Maria! Sono sicura che piacerebbe tanto anche a me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É un luogo molto diverso dai nostri paesaggi. Secondo me tu ti faresti una capanna in questo parco.

      Elimina

Posta un commento