2008253882785638

3 luglio 2020

Ricomincio da 3: Ada Tour si presenta con l’itinerario tra le masserie di Crispiano per esaltare l'enogastronomia pugliese

piatto di cibo tra ulivi e vigneti


Non vedevo l'ora di parlarvi del tour Ricomincio da 3 a cui ho partecipato e che mi ha portato in giro per le masserie di Crispiano nella Puglia delle Gravine. Una giornata all'insegna della lentezza ad assaggiare vini bio ed olio extravergine di oliva seguendo l'itinerario proposto da Ada Tour, il nuovo tour operator nato nel periodo del lockdown.

Chi mi segue da tempo sa che conosco già questi posti che si possono visitare con il tour delle 100 masserie, questa volta però si è ampliata l'offerta legandola alle degustazioni enogastronomiche locali. Questo abbinamento si è rivelato vincente e vi dico perché.

Ada Tour, una sfida contro corrente

Sappiamo tutti quanto è stato difficile il periodo dell'isolamento a causa del Covid 19. Mentre tutto era fermo a Gravina di Puglia c'era chi invece stava facendo progetti per dare vita ad un nuovo tour operator che avrebbe offerto nuovi spunti per trainare il settore turistico fortemente penalizzato.

La Ada Travel, start up innovativa, ha aggiunto una nuova unità, Ada Tour, il tour operator che ha iniziato l'attività di incoming per ora solo in Puglia e Basilicata.

La novità è rappresentata dalle attività che ruotano attorno a quattro ambiti esperienziali: The Beauty, The Thrill, The Growth, The Depth. Per capirci meglio: la bellezza, l'ebbrezza, l'evoluzione e la profondità.

The Depth, vivere un viaggio esperienziale nella profondità delle radici

L'itinerario proposto nel segmento The Depth non deve farvi pensare ad un viaggio misurabile come spazio che scende giù ma piuttosto ad un percorso che coinvolge e porta in alto i sensi. 


Donna con occhiali da sole e un calice di vino
Mi stavo gustando l'aperitivo al fresco degli alberi di ulivo. Foto di Ada Tour
Si parte dalle antiche masserie di Crispiano che hanno conservato le tradizioni e custodiscono i segreti del passato riproponendoli oggi in chiave moderna. 
Il tutto all'interno di un territorio ricco di vigneti e ulivi che producono vini e oli extravergini di gran pregio.

Masseria Amastuola, l'aperitivo bucolico nel vigneto a onde

Si comincia dalla masseria Amastuola che riserva sempre un'ospitalità insuperabile. Prima dell'aperitivo, c'è la visita a tutto l’edificio che fu costruito nel 1400 su antichi insediamenti risalenti alla Magna Grecia

Durante la ristrutturazione sono venuti fuori i reperti storici che sono stati salvaguardati e protetti. Pensate che si possono osservare attraverso un vetro dal pavimento in cui sono stati inglobati abilmente.  

Calice di vino
Il calice di vino primitivo Centosassi della Cantina Amastuola di Crispiano
Alla masseria è annesso un vigneto a onde, unico al mondo, progettato dal paesaggista Fernando Caruncho. Dal vigneto si producono 11 tipi di vino biologico di qualità che ha ricevuto numerosi riconoscimenti anche a livello internazionale. 

L'abbondante aperitivo con la degustazione dei vini della cantina Amastuola è qualcosa che riporta indietro nel tempo.
Mi vengono in mente scene di quadri bucolici in cui i contadini festeggiavano il raccolto. Si consuma sotto le fronde di alberi di ulivi centenari accanto al vigneto. 

Tra i cinque sensi è la mia vista a goderne prima di tutti.

Masseria Quis ut Deus e il pranzo della tradizione

Dopo aver fatto l'aperitivo ci spostiamo alla masseria Quis ut Deus, ai piedi della Murgia sud est, circondata da un gruppo di trulli che sono diventati camere per soggiornare. 


masseria con trulli
L'ingresso della masseria Quis ut Deus a Crispiano nella Puglia delle gravine
Ad attenderci il professor Matarrese, esperto conoscitore di olio extravergine di oliva che ci ha condotto in un mondo a me sconosciuto e ci ha insegnato come riconoscere la qualità dell’olio pugliese. 

Un po' come fanno i sommelier, abbiamo assaggiato diverse qualità e onestamente non ho saputo distinguere un olio extravergine di oliva da un olio vergine o lampante, quest'ultimo riconoscibile da un odore poco gradevole. 

Alla fine delle spiegazioni ho gradito una coppetta di ceci cotti con un superlativo olio extravergine di oliva aggiunto a crudo. Il mio gusto ringrazia!

ceci con rametto di ulivo
La coppetta di ceci su cui ho messo un filo d'olio extravergine di oliva 
Siamo pronti per il pranzo tradizionale a base di prodotti raccolti dall'orto della comunità Slow Food della masseria Quis ut Deus. Tra gli antipasti, anche il pane all'acquasale, detta anche cialledda, alla pugliese che non mangiavo da tempo immemore. 

Strabuonissima, facile e fresca, non potevo chiedere di meglio. 
È un piatto economico contadino fatto con pane casereccio raffermo, acqua, sale, pomodori, cipolla e basilico.

Ci spostiamo nel patio tra i fiori di lavanda e siepi di salvia per festeggiare con la torta il neonato tour operator al quale auguro una proficua attività turistica.

Tota con fiori di lavanda
La torta per augurare al nuovo tour operator Ada Tour una attività proficua

Concludo pensando che

Una giornata come questa fa recuperare l'energia persa durante una settimana di lavoro e libera dallo stress accumulato
Il contatto con la natura, con la semplicità dei luoghi e riassaporare i cibi genuini diventa sempre più un bisogno da soddisfare e questo tour placa questa esigenza.

Vi consiglio di provare l'itinerario che ho potuto sperimentare per voi e che può essere personalizzato, basta andare sul sito e troverete sicuramente quello più adatto a voi.


In collaborazione con Ada Tour 

2 commenti:

  1. un'itinerario che mi piacerebbe molto fare ...chissà magari in futuro

    RispondiElimina
  2. È una zona da cui sono passata qualche anno fa di passaggio e mi aveva colpito molto. Spero di tornarci con più calma!

    RispondiElimina