2008253882785638

25 agosto 2020

Dove andare in vacanze a settembre: in Puglia e vi spiego perché

Tavola imbandita tra un vigneto con luci


“Settembre è il mese migliore per farsi una vacanza”
Lo diceva chi non riusciva ad avere le ferie tra luglio e agosto e chi non poteva permettersi economicamente una vacanza in piena estate. 
La verità è che davvero settembre è il mese migliore, forse il più bello, per fare una vacanza. Una di quelle dove la parola rilassarsi diventa un ordine perentorio.

Allora, dove andare in vacanza a Settembre?
In Puglia, dove se no? Perché, ricordatevelo, l'estate in Puglia non finisce il 31 agosto.

Il clima ideale 

Parto con il clima che per me è un punto di forza per prendere la decisione di fare le vacanze settembrine in Puglia. C'è il sole ma non è troppo caldo o afoso. È la giusta temperatura che la mattina vi scalda al mare e vi rinfresca la sera mentre mangiate un panzerotto bollente o un panino con il polpo.

Quindi in valigia mettete pure il costume, il pareo e le infradito ma non dimenticate un foulard, una felpa o uno scialle avvolgente.

Mare e Spiagge 

Visto che il clima è favorevole invito tutti gli irriducibili della tintarella a frequentare gli ottocento chilometri di costa pugliese dall'Adriatico allo Ionio.

A settembre sono tutti per voi, per ogni esigenza e gradimento. Potete scegliere le piccole calette incastonate tra scogliere e falesie o le lunghe distese di sabbia bianche o dorate. 
Il mare in questo periodo è ancora più cristallino con le mille sfumature turchesi, verde smeraldo e blu oltremare.


Vicolo di Locorotondo con donna
Tra i vicoli di Locorotondo nella Valle d'Itria

Vino e Cibo 

Si, prima il vino e poi il cibo perché a settembre inizia la vendemmia in Puglia. E se soggiornate in una masseria o in un agriturismo potete avere la fortuna di partecipare alla raccolta dell’uva, farvi una scorpacciata e magari anche una bella scorta da portare a casa.
Ci sono posti, come all'Azienda Agricola Cali di Andria, dove si può fare l'esperienza di pigiare l'uva a piedi scalzi come si faceva una volta il vino.

Se proprio non ne avete voglia vi consiglio di organizzare un itinerario di degustazioni degli eccellenti vini pugliesi nelle cantine sparse in tutto il territorio oppure di sorseggiare un corposo rosso primitivo o un brillate rosè brio davanti ai gustosi piatti tradizionali pugliesi, con o senza moderazione.

Borghi e Città 

Non pensate che la Puglia sia solo mare perché l'entroterra ha un fascino che si trova solo in poche regioni italiane. I 268 comuni disseminati dal Gargano al Salento – lo sapevate che solo Lecce ha nella sua provincia 96 comuni?- sprigionano bellezza a non finire, tra arte, cultura e tradizioni popolari.


Lo skyline candido  di Locorotondo nella Valle d'Itria per chi arriva da Martina Franca 
Goderseli a settembre, quando la grande folla estiva non invade ogni singolo angolo, è molto rilassante. Niente traffico, niente file e niente sudore appiccicoso che cola sulla fronte.
Insomma nulla di tutto ciò che fa soffrire in una classica vacanza in pieno agosto.

Scegliete una passeggiata nei centri storici sia dei borghi che delle città e mi raccomando non camminate con la testa in giù perché guardare verso l'alto vi farà scoprire piccole meraviglie.

Anche una visita ai piccoli e meno conosciuti musei vi svelerà tanti particolari sulla cultura e la storia della gente pugliese. 

Lasciatemi un mi piace, mi fa solo piacere


Natura e Sport 

Non vi meravigliate se tra i motivi che ho elencato fin'ora inserisco la natura che solitamente da il meglio di sé in primavera. A settembre in Puglia i parchi nazionali e regionali sono oasi di pace.
Nel Parco Nazionale del Gargano, la Foresta Umbra, sito Unesco per le faggete, ricopre quasi tutto il promontorio e in alcuni punti garantisce zone completamente in ombra tanto sono fitti gli alberi. Ci sono quindici sentieri attrezzati da fare a piedi o con la bici costeggiando in alcuni punti anche la costa con scenari mozzafiato.

Scendendo verso sud il Parco Nazionale dell'Alta Murgia offre un paesaggio completamente diverso con la sua pseudo steppa che si estende su morbidi alture modellate nel tempo e una rete di mobilità lenta per gli amanti del vivere lento.


Bosco delle Pianelle in Puglia con tavoli attrezzati
L'area attrezzata per un pic nic del Bosco delle Pianelle a Martina Franca

Ancora più giù, in provincia di Taranto, l'area protetta del Bosco delle Pianelle vi aspetta per un picnic sotto alberi di lecci e fragni.

Nel Salento, il Parco di Porto Selvaggio e la Palude del Capitano, rimarrete senza parole in questo luogo ancora integro, appunto selvaggio, sulla costa ionica salentina a nord di Gallipoli.

Ve ne ho citati solo quattro ma sappiate che ce ne sono molti di più e se organizzate a settembre una vacanza in Puglia potete tracciarvi l'itinerario che più preferite.

Infine, siccome sono di parte per il vostro viaggio settembrino in Puglia, vi invito a venire a scoprire la Puglia delle gravine, tra canyon, masserie e mare.

Avete altro da suggerirmi da inserire in questa lista?

Vi aspetto.




Ciao sono Mariaispiratrice di viaggi lenti, antistress e sostenibili con la licenza (abusiva!) di scrivere. Il mio è un semplice blog. Semplice come me e come tutto quello che faccio. Sono tarantina nel cuore e nell'anima e vivo nella sorprendente Puglia delle gravine. Se siete curiosi di sapere qualcosa in più su di me cliccate qui Dico di me

Nessun commento:

Posta un commento